salta al contenuto

Informazioni

Palazzina C -Primo Piano

tel. 055 7996361 /6342/6357/6397
fax. 055/7996360

Orario apertura al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,30 -  lunedì e giovedì pomeriggio - dalle 14,15 alle 16,45. FATTE SALVE VARIAZIONI TEMPORANEE DA CONSULTARE NELL'AREA NEWS

ATTENZIONE! Mezz’ora prima dell’orario di chiusura (mattutino e pomeridiano) non é più possibile utilizzare l’eliminacode e l’ufficio effettua solo attività di restituzione dei certificati precedentemente richiesti.

Si segnala che durante il mese di agosto gli uffici del Casellario rimarranno chiusi nel pomeriggio.

 

Responsabile ufficio: LAGANELLA dr. Maria Ermelinda

Ubicazione ufficio: Palazzina C

Primo Piano

Personale amministrativo e recapiti:

4.Casellario
Nominativo Contatti Ubicazione Altre informazioni
Responsabile
Funzionario giudiziario
LAGANELLA dr. Maria Ermelinda
Tel. 055/7994588 - 7996361
Fax. 055/7996360
Email: mariaermelinda.laganella@giustizia.it
1° piano
Stanza: C01
Funzionario Giudiziario
PAPINI Nadia
Tel. 055/7994274
Email: nadia.papini@giustizia.it
1° piano
Stanza: C30
Assistente giudiziario
DE MARCO Tiziana
Tel. 055/7994507
Email: tiziana.demarco@giustizia.it
1° piano
Operatore Giudiziario
FRENOS Maria Aurora
Tel. 055/7994499
Email: mariaaurora.frenos@giustizia.it
1° piano
Stanza: C31
Operatore Giudiziario
SERAFINI Susanna
Tel. 055/7996342
Email: susanna.serafini@giustizia.it
1° piano
Conducente Automezzi/operatore giudiziario
PIRINU Marco
Tel. 055/7996357
Email: marco.pirinu@giustizia.it
1° piano
Stanza: C01
coassegnato- svolge mansioni operatore giudiziario

Materie ed attività di competenza

Rilascio dei certificati del Casellario (e relative ricerche)

I certificati che si richiedono al casellario sono:

  • Certificato del casellario (consente la conoscenza dei provvedimenti di condanna definitivi e di alcuni provvedimenti in materia civile ed amministrativa a carico di una determinata persona) sia per i privati cittadini che per la Pubblica Amministrazione
  • Visure del casellario (esente da bollo e diritti)
  • Carichi pendenti (consente la conoscenza dei procedimenti penali in corso a carico di  un determinato soggetto e gli eventuali relativi giudizi di impugnazione) solo per i cittadini cittadini ( per la Pubblica Amministrazione provvede l'ufficio certificazioni presso il Registro Generale)
  • Certificato delle sanzioni amministrative dipendenti da reato;
  • Certicato dell'anagrafe dei carichi pendenti degli illeciti amministrativi dipendenti da reato;

 

Altre informazioni

Il costo di tutti i certificati rilasciati dall'ufficio, fatte salve le esenzioni, è il seguente:

richiesta  senza urgenza (certificato rilasciato dopo 3 giorni lavorativi):

  • n. 1 marca da € 19,87

richiesta con urgenza , da presentarsi necessariamente entro 30 minuti prima della chiusura dello sportello,  saranno rilasciate in giornata o il giorno dopo.

  • n. 1 marca da 23,74

Si segnala che il rilascio del certificato è invece gratuito (con esenzione dal pagamento sia del bollo che dei diritti di certificato) quando è richiesto, tra gli altri:

  • nelle procedure di adozione, affidamento di minori (art. 82 L.184/83)
  • nelle controversie di lavoro, previdenza ed assistenza obbligatorie (art. 10 L. 533/73)
  • in un procedimento nel quale l’interessato è ammesso a beneficiare del gratuito patrocinio (art. 18 D.P.R. 115/2002)
  • nella procedura di riparazione dell’errore giudiziario (art. 176 disp. att. c.p.p.)

Il rilascio del certificato è tuttavia con la sola esenzione dal bollo quando è richiesto nei casi elencati nel D.P.R. 642/72, tabella allegato B.

Nell'ipotesi in cui si abbia diritto all'esenzione dal pagamento del bollo o dei diritti di certificato, occorre produrre idonea documentazione che provi tale diritto (es.: n. procedimento in caso di esenzione per separazioni, gratuito patrocinio o controversie di lavoro; dichiarazione del Presidente della ONLUS che il certificato richiesto dal privato è legato ad una attività della stessa).

I certificati hanno una validità di 6 mesi dalla data di rilascio.

MODALITA' DI RICHIESTA E RILASCIO DEI CERTIFICATI

I certificati possono essere richiesti secondo le seguenti modalità:

  1. recandosi di persona allo sportello durante gli orari di apertura, per consegnare i moduli di richiesta corredati dalla copia del documento d'identità (carta d'identità per cittadini comunitari e passaporto per cittadini extracomunitari) oltre alla copia del permesso di soggiorno per i cittadini extracomunitari; l'ufficio provvederà al rilascio a secondo delle marche prodotte nella giornata stessa (nel caso in cui si sia pagata l'urgenza) o dal terzo giorno lavorativo successivo a quello di presentazione (senza urgenza). In tale caso, il giorno del ritiro, ci si può recare direttamente allo sportello numero uno senza fare la fila.
  2. ricorrendo ai servizi on line del del Ministero della Giustizia https://certificaticasellario.giustizia.it/sac/servizi-al-cittadino1, ricordandosi di allegare la copia del documento d'identità del richiedente e nel caso di delega anche del delegato; dal terzo giorno lavorativo successivo alla richiesta sarà possibile recarsi di persona allo sportello dell'ufficio, muniti delle necessarie marche da bollo e dell'originale della prenotazione; anche in questo caso non occorre fare alcuna fila, ma basterà accedere direttamenente allo sportello numero uno
  3. inviando una mail all'indirizzo di posta elettronica ordinaria casellario.procura.firenze@giustizia.it allegando i necessari moduli, debitamente compilati e sottoscritti, e il documento d'identità; l'ufficio risponderà a stesso mezzo, comunicando il giorno del ritiro; in tale data dovarnno essere consegnati allo sportello l'originale dei moduli allegati alla mail, l'originale di quest'ultima e le marche da bollo. Anche in tale ultimo caso non è necessario fare fila, ma basta recarsi direttamente allo sportello numero uno

ATTENZIONE!

I certificati richiesti secondo le modalità 2 e 3 possono essere ritirati nel numero massimo di quattro, fatte salve eventuali deroghe, da concordare con l'ufficio.

I certificati  possono essere  richiesti con urgenza solo presentandosi allo sportello, ovvero se richiesti con la modalità di cui al punto 1.

Come previsto dall'articolo 15, comma 1, della legge 183/2011, a partire dal 1°gennaio 2012 il certificato rilasciato all’interessato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai gestori di pubblici servizi,fatta salva l'ipotesi in cui sia prodotto nei procedimenti delle norme sull'immigrazione.Il certificato è valido se presentato alle autorità amministrative straniere.

Casi particolari:

  • per i minorenni, la domanda va presentata dal soggetto esercente la potestà genitoriale; la Procura presso il Tribunale rilascia unicamente il certificato del casellario giudiziale, mentre per il certificato dei carichi pendenti occorre rivolgersi alla Procura presso il Tribunale dei Minori in via della Scala a Firenze. Prima dei 14 anni non si rilascia alcun certificato
  • per gli interdetti, la domanda va presentata dal tutore, che deve esibire il decreto di nomina
  • la persona detenuta, o inserita in una comunità terapeutica, può inoltrare la richiesta per posta o tramite un delegato
  • richiesta dall’estero, la domanda può essere presentata UNICAMENTE tramite un delegato che possa accedere allo sportello dell'ufficio

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Il certificato dell'anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato riporta i provvedimenti di condanna a carico di un ente, per reati commessi da suoi organi o preposti.

L’anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato è stata istituita con il decreto legislativo n. 231/2001, che ha introdotto nel nostro ordinamento la responsabilità amministrativa degli enti con personalità giuridica e delle società e associazioni anche prive di detta personalità, per i reati commessi dai loro organi o preposti.

Il certificato delle iscrizioni presenti nell'anagrafe può essere richiesto:

  • dal rappresentante legale dell'ente interessato o da un suo delegato, 
  • dalle pubbliche amministrazioni o dai gestori di pubblici servizi, quando il certificato è necessario per l'espletamento delle loro funzioni
  • dall'autorità giudiziaria penale, che provvede direttamente alla sua acquisizione.

La richiesta del certificato deve essere presentata dal rappresentante legale dell'ente o tramite delegato.
Alla richiesta dovrà essere allegata fotocopia non autenticata dell'atto dal quale risulta la rappresentanza legale.

Il rappresentante legale può presentare la richiesta personalmente o per posta e in tal caso deve allegare anche una copia del suo documento di riconoscimento in corso di validità.